lunedì 11 maggio 2009

05/11/2009 – Tesserete-Gola di Lago (Svizzera)

Ultima curva prima del rettilineo finale, gente allegra che batte le mani e dice, con tipica cadenza ticinese, “Braù braù quarantasesc, dai ch’l manca pòc…”. Ormai è finita, già si vede lo striscione d’arrivo che,ormai da cinque minuti, ha visto sfrecciare vittorioso Emanuele Manzi. Ma torniamo indietro, alla sera prima, quando decido all’ultimo di barattare la prevista Luzzeno-Manavaello con la svizzera Tesserete-Gola di Lago, tappa del campionato Ticinese di Corsa in Montagna. La notte porta consiglio, dicono i saggi. Ma mi va male è porta invece, ahimè, due alzate impreviste alle 3 e alle 5 alla chiamata di “Papà papà è già giorno? Facciamo colazione?”. E così alle 6, senza neanche la scusa dei una serata da leone mi risveglio…vabè, ci siam capiti… Con una pinta di caffè in corpo passo indenne la dogana, nonostante lo sguardo da cocainomane, e in breve arrivo a Tesserete, a pochi km da Lugano. Il paese è molto bello e il paesaggio è allietato da un sole caldo e da un organizzazione veramente efficiente. Accanto al tavolo delle iscrizioni un bel buffet offerto dall’organizzazione mi attira con le lusinghe di una nuova dose di caffeina, ma opto invece per un buon the caldo. Arrivano in breve molti concorrenti (alla fine taglieranno il traguardo in più di 230), gran parte Svizzeri, ma anche molti Italiani. Alla partenza il favorito è Emanuele Manzi del GS Forestale, ma il tracciato non è quello tipico delle corse in montagna come vengono intese qui da noi: 7,2 km, tutti su strada asfaltata e con un dislivello di circa 500 metri. La partenza è infatti una fucilata: le pendenze son davvero modeste e ci son molti tratti misti o in discesa. Manzi guida il gruppo sin dalle prime battute, mentre dietro sfila rapidamente un lungo serpentone. Io faccio fatica davvero a carburare. Di fiato ne ho da vendere, ma le gambe son imballate, non ne voglion sapere di girare. Finalmente dopo qualche chilometro la strada comincia a salire sul serio e pian piano ricomincio a trovare la densità di passo giusta e quella sensazione appagante di correre al 100%, con gambe, testa, polmoni che lavorano in sinergia. Nonostante la mia spocchia iniziale e il mio odio per l’asfalto il tracciato è suggestivo, sembra di essere in una gara ciclistica: la gente lungo il bordo strada fa il tifo, c’è chi applaude e addirittura chi suonma il trombone al passaggio dei concorrenti. Nella parete più ripida riesco a recuperare qualche posizione, mentre più avanti, Manzi taglia il traguardo dopo 28’.13’’, lasciando il vuoto dietro di sè. Il secondo gradino del podio è invece teatro di sfida accesa e alla fine è Paolo Pizzato, della Canturina S. Marco ad avere la meglio su Silvano Turati, della società SG Stabio. Ed ora eccomi qua, da dove abbiamo cominciato. Ultima curva a sinistra ed imbocchiamo il rettilineo finale dove la pendenza cala e il ritmo deve aumentare per rintuzzare l’assalto di chi mi segue. La posizione finale è comunque modesta, chiudo infatti al quattordicesimo posto, ma è la soddisfazione di essere riuscito a chiudere al massimo delle mie possibilità, di non essermi risparmiato nulla a lasciarmi appagato.
Al ritorno a casa saranno poi le lasagne della suocera a lasciarmi ancor più soddisfatto. Ma questa è un'altra storia… Marco “Lo Zio” Terraneo
Guarda la classifica (da http://www.uscatletica.ch/)


In foto: due addetti gara raccolgono gli ultimi 3 capelli dello Zio, caduti per lo strenuo sforzo agonistico. Una prece (fonte: www.uscatletica.ch)

11 commenti:

KayakRunner ha detto...

Ormai hai sfondato i confini nazionali! Sabato sera ho assistito all'arrivo di Birillo alla "Oggiono Corre": secondo assoluto dietro Marchino Redaelli...

LO ZIO ha detto...

...Birillo incontenibile......

Eh eh...vedo che stai stravincendo il sondaggio ;-)

Ciao

KayakRunner ha detto...

Ho il sospetto che qualcuno stia tramando alle mie spalle ....

Panda ha detto...

bravissomo zio!
il week end all'esetro fa bene!ne ho le prove anch'io!
;-)

p.s.il fiel pdf della classifica non si apre!

LO ZIO ha detto...

Eh eh.....però son in recupero....

Non si apre il pdf?
Uh....ho provato a me si apre....bho?

nicolap ha detto...

non fare il modesto
solo 14°...
tal Flavio Maniglia arrivato 7 secondi avanti a te è uno da 1.16 sulla mezza.

e guarda guarda
hai battuto tal IVAN PONGELLI
http://www.fodipe.it/news%202007/notizie%20settimana%20%2041%2007.htm

UNO CHE HA VINTO LA MILANO-PAVIA

KayakRunner ha detto...

E' la prova che la caffeina a dosi massicce è un vero doping ....

LO ZIO ha detto...

ehhhhhhhh...ma sarà valida la proprietà transitiva?

;-)

Panda ha detto...

è unio spettacolo lo zio, è uno spettacolo. l'ho sempre sostenuto!

nicolap ha detto...

zio a Luglio la Michetta si presenta al gran completa agli italiani di corsa in montagna a Adrara; prova a non venire.

Anonimo ha detto...

Adrara e prova solo per master

Amici dello Stambecco is wearing Blue Weed by Blog Oh! Blog | To Blogger by Gre at Template-Godown | Entries (RSS) and Comments (RSS).